Press "Enter" to skip to content

Sardegna e Covid-19, Berlusconi positivo e Navalny avvelenato6 min read


IN BREVE

  • El Mundo: Berlusconi positivo al Covid-19. Il quotidiano spagnolo pubblica una cronologia sugli ultimi viaggi dell’ex premier, per avanzare un’ipotesi sul momento del contagio.
  • Guardian: spiega il possibile collegamento dell’aumento dei contagi tra Lazio e Sardegna.
  • El Mundo: le conseguenze per l’Europa dopo la conferma dell’avvelenamento di Navalny.
  • New York Times: nell’articolo d’opinione il caso della International Baccalaureate. La conferma che l’utilizzo dell’algoritmo per assegnare i voti provoca effetti disastrosi.

UN’ARENA DI CONFRONTO: I politici hanno augurato al leader di Forza Italia la pronta guarigione. De Benedetti: “È stato un grande imbroglione.” Sallusti risponde: “Se Berlusconi è un imbroglione, lei come si autodefinirebbe?”. Per l’assessore alla sanità del Lazio D’Amato, l’impennata dei contagi è collegata al rientro dei giovani dalla Costa Smeralda. Manca: “Il problema non è della Sardegna ma del tuo atteggiamento.” Il governo tedesco è l’unico organo europeo che si sta occupando concretamente del caso Navalny. Sergio Romano commenta: “Finché nella Ue ci saranno ex-satelliti sovietici, […], non ci potrà essere un vero dialogo tra Berlino e Mosca.” Meredith Broussard esprime la sua contrarietà per l’utilizzo eccessivo della tecnologia nel sistema scolastico: “La pandemia fa venire la tentazione di immaginare che istituzioni sociali come la scuola possano essere sostituite da soluzioni tecnologiche. Non è così.”

El Mundo: De Benedetti augura una pronta guarigione “originale” al Cavaliere

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele di Milano dopo essere risultato positivo al Covid-19. La notizia è stata riportata da El Mundo il 4 settembre. Il quotidiano spagnolo ha pubblicato una cronologia sugli ultimi viaggi dell’ex premier, per avanzare un’ipotesi sul momento del contagio. In particolare l’ultimo spostamento risale al 27 di agosto, quando Berlusconi è andato a trovare sua figlia Marina in Francia. I politici italiani e i sostenitori di Forza Italia hanno augurato pubblicamente all’ex premier la pronta guarigione. Tra i messaggi di solidarietà è risaltato quello di De Benedetti, riportato da Il Giornale. L’imprenditore ha dichiarato durante il festival della tv Dogliani rivolgendosi a Berlusconi: “È stato un grande imbroglione. Lui ha versato […] alla Cir 562 milioni che è la più grande goduria che io abbia avuto nella mia vita.” Il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti ha risposto a De Benedetti: “Si, De Benedetti è stato tecnicamente arrestato per tangenti. E allora gli chiedo: ‘Se Berlusconi è un imbroglione, lei come si autodefinirebbe?’”

Guardian: Lazio: 800 i positivi per il rientro dalla Costa Smeralda

Il 6 settembre il Guardian ha pubblicato una notizia sull’attuale aumento dei contagi in Italia. Nel Lazio sono 800 i positivi. In base alla testimonianza dell’assessore alla sanità della regione Alessio D’Amato, questa impennata è collegata al rientro dei giovani dalla Costa Smeralda, nella zona nord-est della Sardegna. L’Ansa ha riportato un approfondimento sulla diffusione del virus nell’isola. In Sardegna sono 2.486 i positivi e 136 le vittime dall’inizio dell’emergenza. Nello specifico Cagliari e Sassari sono le città più colpite con rispettivamente 434 e 1.515 contagiati. Nel frattempo il governatore della Sardegna Solinas ha intrapreso un’azione legale contro i media per la loro raffigurazione dell’isola, descritta come il nuovo epicentro dell’Italia. Paolo Manca, il presidente dell’Unità Sardegna Federalberghi ha supportato la presa di posizione di Solinas, commentando: “Se sei in mezzo a un gruppo di giovani che alloggia in una villa e vai in locali e ristoranti senza mascherine […], il problema non è della Sardegna ma del tuo atteggiamento.”

El Mundo: L’avvelenamento di Navalny e le ricadute in Europa

“Navalny è stato avvelenato con un agente nervino”. Questa la dichiarazione rilasciata pubblicamente dalla Germania, in seguito ai risultati ottenuti dal laboratorio tedesco per confermare lo stato di salute dell’oppositore di Putin. El Mundo ha pubblicato la notizia il 7 settembre. L’Europa ha reagito immediatamente, minacciando l’imposizione di nuove sanzioni contro il Cremlino se non collaborerà nella ricostruzione dei fatti. Questo aspetto rappresenterebbe un problema per Putin, dal momento che l’economia della Russia si trova in una situazione precaria a causa del Covid-19. In realtà ci sono altre tensioni che sono emerse da questo episodio. Il governo tedesco è l’unico organo europeo che si sta occupando concretamente del caso, facendo sempre più pressioni al regime. Il manifesto ha trattato la notizia, intervistando l’ex ambasciatore italiano a Mosca Sergio Romano. Nell’articolo viene riportato il suo commento sull’intera vicenda, concentrandosi sulle ricadute che potrebbero verificarsi a danno dell’Europa. L’ex ambasciatore ha dichiarato: “La prima vittima di questa vicenda è la signora Merkel che si era sempre operata per mantenere forti rapporti commerciali con la Federazione di cui il gasdotto North stream 2 ne è un esempio. […] Finché nella Ue ci saranno ex-satelliti sovietici, […], non ci potrà essere un vero dialogo tra Berlino e Mosca.”

New York Times: Broussard: “I computer sono eccellenti in matematica, ma l’istruzione non è matematica”

International Baccalaureate, un programma globale che assegna un prestigioso diploma per gli studenti americani, ha annullato gli esami in presenza a causa della pandemia. La soluzione è stata l’utilizzo di un algoritmo per assegnare le valutazioni delle prove agli studenti, ma gli effetti sono stati disastrosi. La notizia è stata pubblicata dal New York Times l’8 settembre ed è stata commentata nell’articolo d’opinione di Meredith Broussard, ricercatrice alla New York University. In base all’analisi presentata dalla scrittrice, l’impiego degli algoritmi ha provocato un aumento delle problematiche già presenti nel sistema scolastico. Il computer presumeva che gli studenti di Westminster, con basso reddito, avrebbero continuato ad ottenere basse votazioni. Inoltre gli insegnati tendono ad avere aspettative inferiori per gli studenti neri rispetto ai bianchi, ma questo aspetto viene ignorato nella comunità della scienza dei dati. L’autrice dell’articolo commenta così la vicenda: “La pandemia fa venire la tentazione di immaginare che istituzioni sociali come la scuola possano essere sostituite da soluzioni tecnologiche. Non è così. […] I computer sono eccellenti in matematica, ma l’istruzione non è matematica: è un sistema sociale.”

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!