Press "Enter" to skip to content

“La normalità anormale” di Hong Kong e il nuovo ponte San Giorgio4 min read

Benvenuti alla ventiseiesima edizione della Contro-rassegna stampa. Ecco una breve presentazione delle notizie: il New York Times analizza le conseguenze dovute al trasferimento della quota del ponte San Giorgio a Genova. Nel suo articolo d’opinione Lim approfondisce gli sviluppi dell’assalto di Pechino a Hong Kong. In base al bollettino dell’Agenzia nazionale italiana del Turismo (Enit), l’Italia ha venduto l’80% delle offerte online. Infine le organizzazioni per i diritti delle escort chiedono il sostegno del governo, a causa della grave crisi provocata dalla pandemia.

New York Times: Le conseguenze dell’inaugurazione del ponte San Giorgio a Genova

Lunedì 3 agosto è stato inaugurato il ponte San Giorgio a Genova, a meno di due anni dal crollo del ponte Morandi. La notizia è stata pubblicata dal New York Times il primo di agosto. La testata americana si è concentrata sull’analisi del passaggio di proprietà della nuova infrastruttura, sotto la spinta del Movimento 5 Stelle. La quota è stata trasferita dalle mani private dei Benetton a quelle di Autostrade per l’Italia. Ad oggi i Benetton possiedono il 26,6% di Autostrade e la loro quota dovrebbe scendere all’11% circa. Inoltre il fondo comune di investimento privato britannico (TCI) ha presentato una denuncia alla Commissione europea accusando l’Italia di aver violato le leggi dell’Unione. Il TCI è intervenuto poiché possiede l’1% di Atlantia, il gruppo di infrastrutture in cui i Benetton sono i maggiori azionisti. Nell’articolo della testata online Open è stato dichiarato che all’inaugurazione non hanno partecipato i familiari delle 43 vittime del ponte Morandi e 75 vigili del fuoco. Il sito d’informazione ha inserito questo estratto della lettera dei vigili del fuoco destinata al Comitato parenti delle vittime del ponte Morandi: “Ciò che si apprestano a celebrare […] è il “modello Genova” che vogliono estendere a tutta Italia con la scusa della crisi economica, cioè la costruzione di grandi opere infrastrutturali con ancora meno controlli, causa stessa dei disastri”.

Guardian: L’assalto di Pechino a Hong Kong. Lim: “La nuova normalità è anormale all’estremo”

Il Guardian ha pubblicato l’articolo d’opinione di Louisa Lim, una docente dell’Università di Melbourne, il 2 agosto. L’autrice si è concentrata sugli sviluppi che hanno caratterizzato l’assalto di Pechino a Hong Kong. Nel giro di un mese, Pechino ha smantellato una società parzialmente libera e sta cercando di usare la sua nuova legge sulla sicurezza nazionale per imporre la censura globale sui discorsi riguardanti Hong Kong. Lim scrive: “La nuova normalità è anormale all’estremo, una città in cui i libri delle biblioteche sono stati ritirati dagli scaffali. Pechino ha perso la pazienza con gli abitanti e il governo di Hong Kong, incapace di ristabilire l’ordine dopo mesi di manifestazioni.” La nuova legge impone l’introduzione dell’educazione alla sicurezza nazionale nelle scuole di Hong Kong, nonché iniziative per rafforzare la supervisione e la regolamentazione dei media stranieri e di Internet nella città.

El Mundo: Turismo 2020: la Spagna vende il 72% delle offerte online, l’Italia raggiunge l’80%

Zurab Pololikashvili è il segretario generale dell’Organizzazione mondiale del turismo e si è espresso contrario all’obbligo di quarantena per i viaggiatori proposto dall’Unione europea. La notizia è stata pubblicata da El Mundo il 3 agosto. Nel suo discorso il segretario generale ha sottolineato la necessità di impiegare una parte dei fondi europei per allentare le tasse e aiutare le società turistiche. Dallo studio condotto dall’Associazione degli imprenditori alberghieri della Costa del Sol (Aehcos) è emerso che l’attuale situazione delle aziende è drammatica, in quanto la percentuale dei turisti ad agosto è prevista intorno al 39,9%. Secondo il bollettino dell’Agenzia nazionale italiana del Turismo (Enit), la Spagna ha venduto il 72% delle offerte online, mentre l’Italia ha raggiunto quasi l’80%. Questi dati sono stati riportati nell’articolo de Il Fatto Quotidiano. Nel complesso tra agosto e ottobre sono 191.533 le prenotazioni di passeggeri aeroportuali internazionali per l’Italia, mentre per la Spagna sono 204.641.

New York Times: In Italia Escort Advisor registra un abbassamento dei prezzi nel post lockdown

Il New York Times ha pubblicato un articolo il 3 agosto sulla situazione della prostituzione in Italia durante la pandemia. Nel paese la prostituzione non è illegale, né regolamentata come un’occupazione ufficiale. Per questo motivo le 70.000 prostitute italiane non possono ricevere aiuti economici. A maggio le organizzazioni che promuovono i diritti delle escort hanno cercato di ottenere sostegno da parte del governo. La regolamentazione di questa tipologia di attività è contrastata da coloro che temono il pericolo di un maggiore sfruttamento e un aumento del traffico di esseri umani. Anche il quotidiano italiano Libero ha trattato l’argomento. In base a una ricerca condotta dal sito di recensioni Escort Advisor, solo in Italia è emerso un abbassamento dei prezzi nel post lockdown. Secondo la testata una minore disponibilità economica da parte dei clienti sta influendo anche sul mondo del sesso a pagamento. Infine Libero conclude il suo articolo con una lunga intervista fatta ad una prostituta milanese.

Vi ringrazio per l’attenzione e vi aspetto per la ventisettesima edizione della contro-rassegna stampa giovedì 11 agosto.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!