Press "Enter" to skip to content

Conte prolunga l’emergenza. Erdogan trasforma Hagia Sophia in moschea4 min read

Benvenuti alla ventitreesima edizione della Contro-rassegna stampa. Ecco una breve presentazione delle notizie: Conte annuncia l’estensione dello stato di emergenza in Italia fino alla fine del 2020. Il docente Kenan Malik approfondisce la storia di Hagia Sophia in un articolo d’opinione. La destra populista europea accumula una serie di sconfitte, come la Lega che ha perso 10 punti in soli 4 mesi. Infine, i talebani fanno esplodere un’autobomba contro un complesso di intelligence afghano.

El Mundo: Italia, lo stato di emergenza prolungato fino alla fine del 2020

Il primo ministro Conte ha annunciato la possibile estensione dello stato di emergenza in Italia a causa del Covid-19 fino alla fine del 2020. La notizia è stata riportata da El Mundo il 10 luglio. Il capo del governo ha giustificato con queste parole la sua decisione: “Lo stato di emergenza è necessario per tenere sotto controllo il virus. Non tutto è stato ancora deciso, ma andrò ragionevolmente in questa direzione.” Nel frattempo il ministro della salute Speranza ha firmato un’ordinanza per vietare l’ingresso in Italia a persone provenienti da 13 paesi dove il numero dei contagiati continua ad aumentare incessantemente. In base all’articolo pubblicato da Fanpage, il prolungamento del provvedimento dello stato di emergenza consentirà al governo di intervenire rapidamente, adottando le misure anti-contagio necessarie a contenere la diffusione del virus. Infine la testata online italiana ha pubblicato la risposta di Salvini in riferimento alla decisione presa da Conte. Il leader della Lega ha dichiarato: “Allungare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre? No grazie. […] Conte vuole pieni poteri fino al 2021.”

Guardian: La storia di Hagia Sophia e il progetto di Erdogan per trasformarla in una moschea

Il 12 luglio il Guardian ha pubblicato l’articolo d’opinione di Kenan Malik. Il docente ha illustrato la storia di Hagia Sophia, ovvero la grande cattedrale e museo collocata nel cuore di Istanbul. La motivazione che ha spinto Malik a presentare questo approfondimento è stata la divulgazione del progetto sostenuto dal presidente turco Erdogan per trasformare la cattedrale in una moschea. Hagia Sophia fu completata nel 537 e ad oggi viene considerata il culmine dell’architettura della tarda antichità e il primo capolavoro bizantino. La cattedrale fu la sede del patriarca ortodosso di Costantinopoli e dopo che la città fu conquistata dagli ottomani nel 1453, Hagia Sophia diventò una moschea. Infine fu trasformata in un museo quando Ataturk salì al potere. In riferimento all’unicità che caratterizza la storia di questa cattedrale, Malik conclude con queste parole il suo articolo: “La sua stessa esistenza è un rimprovero al tentativo di Erdogan di ripulire la storia da quella complessità e di evocare un passato singolare e unico.”

El País: “Salvini ha bisogno di fare un ulteriore passo avanti e costruire un forte elettorato”

La destra populista europea ha accumulato una serie di sconfitte a causa delle strategie adottate durante la pandemia. In particolare, El País nel suo articolo pubblicato il 12 luglio ha approfondito l’attuale situazione della Lega. Il partito ha perso 10 punti in soli 4 mesi e il motivo principale ha origine nella sua coalizione. Nello specifico Fratelli d’Italia ha una stima di voto del 16,4% e si è fatto portavoce di una politica che viene apprezzata e supportata dagli italiani. Inoltre, l’articolo del quotidiano spagnolo presenta una strategia che potrebbe aiutare il leader della Lega a migliorare la sua posizione all’interno del panorama politico italiano: “Salvini ha bisogno di fare un ulteriore passo avanti e costruire un forte elettorato che mantenga la sua leadership minacciata dalla coalizione con il centrodestra.” Ad oggi la Lega non è ancora riuscita a recuperare gli elettori persi. Nello specifico il partito ha ricevuto forti critiche e accuse da parte di Di Maio alla vigilia della giornata in cui il Consiglio dei ministri doveva affrontare la questione autostrade. In base all’articolo del Corriere della sera, il ministro degli esteri ha pubblicato su Fb questo post: “I Benetton avevano un alleato su cui contare visto che la Lega continuava a dichiarare di non voler procedere con la revoca […]. Partiamo dal salva Benetton 2006. I Benetton (dati di OpenPolis e non miei) finanziano la Lega di Bossi e di Salvini con 150 mila euro di contributo elettorale.”

New York Times: Talebani e Stati Uniti firmano un accordo senza garantire il cessate il fuoco nei confronti degli afghani

Il 13 luglio il New York Times ha pubblicato la notizia sull’attacco sferrato dai talebani contro un complesso di intelligence afghano. In particolare, gli insorti hanno fatto esplodere un’autobomba all’ingresso del quartier generale provinciale della direzione nazionale della sicurezza dell’Afghanistan di Aybak, la capitale della provincia di Samangan. Gli attacchi sono aumentati a partire da febbraio, quando i talebani e gli Stati Uniti hanno firmato un accordo che stabiliva il ritiro delle forze americane. In base a un articolo del Sole 24 Ore, anche un contingente italiano di circa 800 uomini dovrà abbandonare l’area. L’Alto rappresentante della Nato per l’Afghanistan Stefano Pontecorvo ha affermato: “Lo stato attuale dell’accordo Usa-talebani […] prevede un ritiro completo dall’Afghanistan entro il 30 maggio 2021.” Il quotidiano americano ha specificato che con l’entrata in vigore del nuovo patto i talebani saranno costretti a cessare il fuoco nei confronti degli obiettivi americani, mentre non avranno alcun limite per sferrare ulteriori attacchi contro gli afghani.

Vi ringrazio per l’attenzione e vi aspetto per la ventiquattresima edizione della contro-rassegna stampa giovedì 23 luglio.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!