Press "Enter" to skip to content

Aborto: storia di un diritto calpestato3 min read

1981. Gli italiani approvano con un referendum la Legge 194 garantendo il diritto all’aborto. 40 anni dopo, obiettori di coscienza e abrogazioni coercitive ne ostacolano la messa in atto provocandone un brusco calo. Cosa sta avvenendo nel mondo? Perché si intralciano norme nate con il solo obiettivo di tutelare la donna?

Come si pratica un aborto?

L’IVG (Interruzione volontaria di gravidanza) può essere eseguita per via chirurgica o farmacologica.

Nel primo caso si tratta di un’operazione in anestesia locale o generale della durata di 10-20 minuti. L’intervento comporta l’aspirazione del materiale ovulare preceduta dalla dilatazione del collo uterino. Raramente altera la fertilità della donna.

Il metodo farmacologico è oggettivamente meno invasivo. Prevede l’assunzione di due principi attivi: il mifepristone (noto anche come Ru486) e la prostaglandina. Queste pillole portano alla cessazione della vitalità e all’espulsione dell’embrione. La somministrazione può avvenire sia in day hospital che a domicilio. In Francia la Ru486 è in commercio dal 1988, in Gran Bretagna dal 1990 e in Italia solo dal 2010.

Focus: i dati parlano chiaro

In Italia il numero di donne che ricorrono all’aborto è in calo: nel 2017 si parla di 80.733 IVG. Il tasso di abortività presenta una riduzione del 3.3% rispetto al 2016 e del 63.6% rispetto al 1982. Liguria, Umbria, Abruzzo e PA di Bolzano segnalano diminuzioni particolarmente elevate.

Inoltre, la Ru486 ha vita difficile nel territorio italiano: nel 2017 solo il 17,8% degli aborti è avvenuto con la somministrazione di mifepristone. Una scelta controcorrente rispetto a Finlandia (97%), Svizzera (75%) e Francia (66%) che preferiscono la via farmacologica.

C’è voglia di maternità in Italia? Non proprio. L’introduzione della pillola dei 3 o 5 giorni dopo sicuramente previene il ricorso all’IVG, ma non è l’unica causa. Nel belpaese il numero di obiettori di coscienza è incredibilmente alto: 7 ginecologici su 10.

In Lazio, Basilicata, Campania, Sicilia e Molise gli obiettori sono circa l’80-90%. Numeri che cozzano con gli altri Stati: Regno Unito (10%) e Francia (7%).

News dal mondo: legge anti-aborto in Louisiana

La proposta prevede la chiusura di tutte le cliniche che praticano l’IVG. Un passo già tentato e bocciato nel 2016 in Texas. Nel 2020 la Corte Suprema dice nuovamente no. John Roberts (Presidente della Corte), Gorsuch e Kavanaugh (incaricati da Trump) e Samuel Alito (giudice) fanno quadrato e bloccano le restrizioni volute dalla Louisiana.

Il caso Umbria

La giunta di centrodestra guidata dalla leghista Donatella Tesei ha abrogato la possibilità di utilizzare la Ru486 in day hospital o al proprio domicilio. D’ora in poi sarà obbligatorio un ricovero di tre giorni.

La Tesei dichiara di aver agito per tutelare le donne: è davvero così? Secondo Nino Cartabellotta, questa scelta non solo non protegge la donna, ma gonfia i costi della sanità pubblica. La decisione umbra si contrappone alle richieste della Società italiana di ginecologia e ostetricia. La SIGO, infatti, in piena emergenza Covid-19 ha esplicitato la necessità di ricorrere all’aborto farmacologico, così da tutelare i diritti delle donne ed evitare di congestionare le strutture ospedaliere.

A voler esser maliziosi la scelta della Tesei potrebbe sembrare un tentativo di ostacolare la Legge 194. La fiera partecipante del Family Day, con la sua nuova proposta, ha ottenuto l’appoggio di Simone Pillon, senatore leghista ultra-conservatore.

Obiettori di coscienza (spesso presenti in strutture pubbliche) e abrogazioni di leggi desiderate dagli italiani (con tanto di referendum) intaccano la libertà dell’individuo, delegittimandone le scelte. La deriva umbra non è passata in sordina. Tra petizioni e manifestazioni, le donne rivendicano un diritto fondamentale: la riappropriazione del proprio corpo.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!