Press "Enter" to skip to content

la Chiesa, un nuovo Parlamento. Evitato scontro tra i due Papi3 min read

Nel era dello streaming anche la religione diventa marketing. La guerra comunicativa delle due serie religiose ”I due papi” su Netflix  e ”The old pope” su Sky Atlantic è entrata nel vivo talmente tanto che Papa Ratzinger si è risvegliato da un eterno silenzio mediatico. Il caso Ratzinger – Sarah del libro sul celibato è scoppiato nella giornata di ieri. Il papa emerito ha fatto sapere, tramite il suo fido segretario, monsignor Georg Gänswein che non vuole ritenersi co-autore del libro che oggi verrà presentato in Francia. Sempre Gänswein spiega all’agenzia: «Il Papa emerito sapeva che il cardinale stava preparando un libro e aveva inviato un suo testo sul sacerdozio autorizzandolo a farne l’uso che voleva. Ma non aveva approvato alcun progetto per un libro a doppia firma né aveva visto e autorizzato la copertina. Si è trattato di un malinteso senza mettere in dubbio la buona fede del cardinale Sarah. Il testo che Benedetto ha mandato al cardinale è un testo suo che rimane, è lui l’autore di questo testo e non degli altri testi».

Un vero e proprio giallo nel mondo candido della chiesa che mostra come le fazioni politiche esistano anche dinanzi alla religione. Facendo chiarezza sulla vicenda, il libro potrebbe diventare una delle bandiere ”anti-Bergoglio’‘ visto le posizioni differenti del cardinale nero Sarah sulla gestione episcopale. Propio per questo Ratzinger ha cercato di bloccare il tutto sin dall’inizio,  ma forse un pò in ritardo e anche non in modo tanto silenzioso. Sarah è furioso per quanto sta accadendo – definisce «abietta» la polemica – ma dai suoi account social ribadisce che lui non è un nemico del Papa: «Perdono sinceramente tutti coloro che mi calunniano o che vogliono mettermi in contrasto a Papa Francesco. Il mio attaccamento a Benedetto XVI resta intatto e la mia obbedienza filiale a Papa Francesco assoluta»

Cos’è il Libro sul Celibato? 

Quando si parla di celibato si indica la prassi per cui una Chiesa cristiana riserva alcuni ordini sacri a uomini non sposati. Nelle Chiese ortodosse orientali e bizantine, tale disciplina si applica ai vescovi.  In questo caso il polverone potrebbe alzarsi visti gli innumerevoli casi di questi anni che hanno come protagonisti preti pedofili accusati ripetutamente di molestie sessuali.

Non sarebbe meglio scegliere politiche di altre Chiese? Per esempio i protestanti  hanno i preti sposati. E’ meglio un sacerdote sposato e innamorato che non pensa altro che alla sua donna o uno ”fedele alla religione, ma che da dietro è il più animale fra gli uomini ?

Chi sono gli anti-Bergoglio

Gli esponenti di quella Chiesa poco cristiana che piace tanto agli spacciatori abusivi di rosari e vangeli firmarono lo scorso anno una lunga sequela di divieti e peccati: aborto, eutanasia, divorzio, sesso fuori dal matrimonio, uso di anticoncezionali, eterologa, comunione ai divorziati risposati o conviventi, omosessualità, unioni civili, cambi di sesso. Di contro c’è un solo si, ”viva la pena di morte” La furia sovranistà che da un anno sta mettendo in difficoltà Papa Francesco, sembra non differire da quella politica dei gruppi anti-sistema.

Il linguaggio che si sta usando sembra avvicinarsi a quello che si usa in parlamento, è avvenuta una bagarre, ma il papa emerito cerca di calmare le acque, come lo stesso fece Salvini prima di andare al governo sull’impeachment proposto dagli alleati del movimento cinque stelle a Mattarella.

Questo è il modo in cui politica e Chiesa sembrano incrociarsi sempre di più.

 

 

 

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!